Test di benchmark per Intel Core i5-5200U vs Core i7-5500U

Gran parte dei portatili dotati di architettura Broadwell U presenti sul mercato, sono attualmente disponibili sia con processori Core i5 che i7 e, tra le opzioni più popolari, troviamo i Core i5-5200U e i Core i7-5500U, in quanto modelli base delle rispettive classi (fascia media per l’i5, fascia alta per l’i7).

In quest’articolo metteremo questi due processori a confronto diretto

Tenete a mente che si tratta di processori a basso voltaggio che operano su piattaforma Intel Broadwell U e sono stati ideati per fornire un equilibrio tra prestazioni ed efficacia. Nessuno dei due è particolarmente potente, quindi se la velocità è per voi una priorità, potete evitare di tenerli in considerazione. Ma se desiderate acquistare un portatile altamente funzionale da usare tutti i giorni e non sapete quale tra queste due CPU fornisce le prestazioni migliori, allora state pur certi che quest’articolo risponderà a tutte le vostre domande.

13 errori da non fare quando si sceglie, nel 2018, un programma antivirus.

Con il rilevamento, ogni giorno, di più di un quarto di milione di nuovi programmi malevoli, è purtroppo evidente che tutti devono proteggersi con un buon antivirus.

Tuttavia nel 2018 , scegliere un buon programma antivirus risulta più facile a dirsi che a farsi. Dai prodotti ridotti al minimo alle suite di sicurezza con il massimo delle funzioni e tutto quello che si trova in mezzo, c’è una così grande varietà di opzioni disponibili oggi sul mercato che diventa difficile capire quale sia il programma di antivirus più giusto per le proprie esigenze.

Vorremmo dare il nostro contributo per rendere le cose un pochino più facili. Per aiutarvi nella scrematura delle vostre scelte, abbiamo individuato 13 errori che sono da evitare quando si sceglie un antivirus. E allora non rimane che accomodarsi, stilare una lista dei prodotti antivirus potenziali e vi mostreremo come potete iniziare a scremare i candidati non idonei.

Gli Hacker potrebbero far irruzione negli account di Tinder tramite un semplice numero di telefono

Un programmatore informatico ha svelato in che modo è riuscito a violare gli account di Tinder tramite un semplice numero di telefono.

Anand Prakah ha reso pubblica la vulnerabilità del software che consente agli utenti delle relative app per incontri di accedere comodamente ai loro account senza dover digitare una password.

Il ventiquattrenne ha affermato che gli hacker potrebbero accedere, in un lampo, ad un account di Tinder  se sono a conoscenza del numero di cellulare utilizzato dalla vittima per registrarsi presso l’app, tramite il proprio account di Facebook.

Ha aggiunto inoltre che gli hacker potrebbero avere il “pieno controllo sull’account della vittima”, con tanto di accesso alle chat private, alle informazioni private e potrebbero persino riuscire ad interagire con altri utenti.

Ha riportato al “The Telegraph”che «nel caso gli hacker siano a conoscenza del numero di telefono utilizzato dalla vittima per accedere all’app, potrebbero utilizzare questo stratagemma per violare gli account di Tinder.»